Solidarietà sociale ed adozioni a distanza in Africa

La testimonianza della Dottoressa Chiara

 

Ehi vi ricordate…?!? iniziava così:
« Bonjour à
tout le
monde!! »
 
Amici, a distanza di un anno, ho mantenuto la promessa e  abbandonato il ghiaccio, la neve, il tacco 5 e il foularino da reparto, un 360 alla wonder woman e voilà infradito, zainetto, meno soldi in banca: è Côte d’ Ivoireee!
Seconda esperienza da medico itinerante, una permanenza un po’ più lunga, cinque settimane..già operativa dal secondo giorno in terra Africana. Si perché il bello di qui è che, una volta fatta la conoscenza, creato un legame, non importa tra quanto ci si rivede, ma, quando questo accade, è come se uno fosse sempre stato coprotagonista delle loro giornate.
 
 
Quindi, riabbracciate le mie valide collaboratrici, Iolanda e Chantalle,  caricata l’ indispensabile jeep 4x4, si parte all’ alba per raggiungere i villaggi nella foresta.
 
 
Il sole è già alto e il caldo si fa sentire con tutta la sua  umidità. Il sentiero di terra rossa divide boschi di caucciù alla foresta dove si alternano palme da olio, da cocco, cacao, mango, caffè, avocado, papaya.. svettano i fromagers, ondeggiano i banani, a tratti distese quasi argentee di campi d’ananas, e tra la manioca e il granturco spuntano testoline sempre pronte col sorriso a venderti
qualcosa, a chiederti un passaggio, o semplicemente a dirti come va?
 
 
Raggiunta l’ impegnativa meta, nei villaggi scopro lo stupore e la gioia dei grandi nel rivedermi, risento le urla di alcuni nuovi nati alla vista della blanche e rivivo una realtà di malattia così lontana dalla nostra: regina indiscussa la malaria, a seguire tifo, colera, lebbra, la colonizzazione della scabbia, le teste a pois della tigna, la facies HIV, gonorrea e sifilide da libro, ma anche diabete, scompenso cardiaco, ipertensione, e ancora malnutrizione, lesioni da macete sovra infette e ustioni.
Come reagiscono loro? Con un sorriso, il n’ y a pas de probleme , panno in bocca per sopportare il dolore. Come reagisco io? Faccio il mio lavoro, il n y a pas de probleme e rifletto…almeno qui?!? ;))
Perché come sono soliti dire: voi ( occidentali) avete l’ orologio, noi abbiamo il tempo!
 
 
Hanno anche il desiderio di esperienze insolite, proprio come questa: protagonisti i bambini, il luogo, la scuola del villaggio di ONO 14, l’ avventura, la visita medica preventiva, un vero passo avanti per loro, una buona palestra per me, ma che fatica!
Al nostro mattiniero arrivo, ad aspettarci , già tutti in fila, i primi piccoli pazienti , col loro libretto bianco in mano, così contenti di questo nuovo evento. Comincio ad allestire la stanza..lettino, bilancia e con tanto di gessetto lilla segno sul muro i cm per misurargli l’ altezza. Dopo alcune spiegazioni e ricopiando i gesti dei primi compagni, capiscono la sequenza e con una perfetta tempistica, statura, peso, visita: mai palpato così bene tante milze.
 
Ma non finivano più: 5 classi per un totale di 225! E per causa forza maggiore, banditi che escono col buio e problema luce.. col tramonto si è chiuso il sipario..
  
Il mio soggiorno sta per terminare e sulla strada del rientro me ne vado con un bagaglio più ricco dell’ anno scorso, portandomi un po’ di questa Africa che è natura, fame e condivisione, sporcizia, sorrisi, malattia, suono, potenza, amore, spericolatezza, balli e batteria in chiesa, imprese impossibili…… ma soprattutto la voglia di farsi conoscere, non per sentito dire, di farsi vivere e vivervi.
 
 
 
E il mio ultimo pensiero va a tutte le persone che con
coraggio scelgono una strada e la percorrono fino in fondo, che con tenacia non si arrendono di fronte agli ostacoli, a coloro che hanno un sogno e lottano ogni giorno per compierlo, perché trovo sia meraviglioso anche rischiare la propria vita rispettandola, anziché morire di una vita che non ci appartiene.
 

Il mio grazie,  a questa Terra Africana 

Mazzucchelli dottoressa Chiara.

06/02/2010

Lista News

Associazione Solidarietà Missionaria Onlus - Codice Fiscale 90022660485
Kuna Web Agency - Realizzazione siti internet & Posizionamento nei motori di ricerca - Firenze

Privacy e Cookie Policy