Solidarietà sociale ed adozioni a distanza in Africa

Natale....da Don Poggiali Pasquale

 

MISSION CATHOLIQUE
       B. P. 21 Bonoua
Tel (+225) 07676542
                 donpoggiali@assomis.it
Sito Web : www.assomis.it
 
 
Santo Natale 2011
Amici carissimi,
 
Buone FESTE DEL SANTO NATALE! Che il Signore Gesù, di cui celebriamo il
ricordo della nascita, possa portare in ciascuno di noi, la pace e tutti i beni che da essa derivano!
 
Prendo l’occasione di questa ricorrenza per mandare a ciascuno di voi che aiutate e sostenete la Missione dove mi trovo, oltre gli auguri, qualche notizia.

L’ASSOCIAZIONE SOLIDARIETA MISSIONARIA,
 ha celebrato quest’anno i suoi 30 di attività. Grazie ai tanti amici che in vari modi e in varie forme, ci hanno aiutato a fare un po’ di bene a questa brava gente. Grazie a chi ha dato della sua intelligenza e del suo tempo, per ben organizzare le attività dell’Associazione.
 
LA SITUAZIONE POLITICA E SOCIALE DELLA COSTA D’AVORIO:
questo bel Paese ha conosciuto, a causa della guerra civile, l’anno più oscuro della sua storia. Ha visto combattere tra di loro il nord contro il sud. I risultati: tanti morti, tante sofferenze, ed ora ancora tanta miseria. Con molta difficoltà questo Paese si sta rimettendo in piedi. I nuovi padroni, parlano molto bene, grande promesse. Si vedrà nei prossimi mesi se alle parole seguiranno i fatti. Attualmente assistiamo alla “giustizia dei vincitori”. Il vecchio presidente che non ha voluto riconoscere la sua sconfitta elettorale, ha preferito la forza delle armi alla verità delle urne, si trova all’Aya per essere giudicato dalla corte internazionale dei crimini di cui lui è stato la causa.
C’è da dire che le cose stanno andando meglio, anche se la miseria è tanto grande. Che il Signore ce la mandi buona ed aiuti questa brava gente a crescere in tutti i sensi.
 
NOTIZIE DELLA MISSIONE.
Ogni tanto nelle nostre comunità religiose di Don Orione, ci sono dei cambiamenti e delle alternanze  nel gestire il servizio dell’autorità. Io, dopo 9 anni che sono stato Parroco, Direttore ed Economo della Parrocchia di Bonoua, sono stato trasferito in un’altra comunità sempre a Bonoua, come Direttore ed Economo, per tre anni. La mia nuova residenza si trova a 4 chilometri dal luogo dove ero prima. Una comunità fatta da 7 confratelli: Don Aldo Viti, nostro decano, 88 anni compiuti, responsabile del Santuario di Nostra Signora della Guardia; Don Riccardo Zagaria, direttore dell’ ospedale Don Orione, Don Angelo Girolami, nostro provinciale delle comunità di Don Orione dell’ Africa dell’ Ovest; tre fratelli religiosi stagiaire, che lavorano all’ospedale e al Santuario ed in fine il sottoscritto che si occupa oltre che della comunità, dell’Associazione, e del Progetto Ippocrate ed infine si interessa dei lavori del Santuario e di altre opere di costruzione.
La mia è una bella comunità dove ho dei bravi fratelli. Siamo situati su le colline prima di arrivare nella cittadina di Bonoua. Il posto è incantevole: davanti a noi la grande pianura che arriva all’oceano, dietro il grande fiume Comoé con la sterminata foresta. La zona è tranquilla e ventilata. La nostra casa è una casa di accoglienza per confratelli che debbono riposarsi o sono ammalati.
 
LE ATTIVITA DI CUI MI OCCUPO:
 
1): L’ AIUTO AI RAGAZZI CHE FREQUENTANO LA SCUOLA:
Anche se i tempi sono difficili, anche se molti amici che si erano impegnati ad aiutare i nostri ragazzi più poveri a frequentare la scuola, hanno desistito dal loro impegno e non hanno potuto tenere fede alla promessa fatta, la Provvidenza non ha abbandonato i nostri ragazzi, un poco a tutti si è dato, in modo che nessuno sia mandato a casa e interrompi la scuola. Per i nuovi aiuti, purtroppo arrivano con il contagocce. C’è da dire che la guerra civile ha aumentato la povertà che è diventata miseria!...
Chiedo scusa a tanti di voi, che domandano notizie dei loro ragazzi. Vi debbo dire che avrei voglia di scrivervi spesso, ma mi è impossibile tenere il rapporto frequente con oltre 1500 persone che si aiutano. Tuttavia quando ci sono delle notizie del ragazzo, le do. E’ valido il proverbio, nessuna notizia? Allora buona notizia! Tuttavia per chi ha la posta elettronica, mi è più facile comunicare. Vorrei con la presente recuperare in parte, la mancanza di notizie che dovrei mandare;
 
2): LA MENSA SCOLASTICA.
Era per me un sogno, ed ora è una bellissima realtà. Ringrazio la FONDAZIONE FABRIZIO MEONI, che ci ha dato i mezzi di adattare il primo piano dell’immobile sopra la scuola materna, lungo 40 metri, largo 12 metri, in cucina, sala da pranzo e due sale per la siesta.
A turni, possiamo accogliere fino a 300 bambini. La struttura è bella, igienica, direi, con un certo orgoglio che nella regione non ce n’è una uguale.
L’idea è nata dal fatto che ogni anno tra i nostri alunni delle scuole, avevamo spesso dei casi di tifo e colera; malattie prodotte dalla mancanza di igiene. I ragazzi che abitavano lontano, ( tutte le scuole qui hanno il tempo pieno), erano obbligati a mangiare quanto le brave donnine vendono nelle bancarelle lungo le strade, specialmente davanti alle scuole; dove c’è di tutto, compreso tante e tante mosche; manca solo l’igiene...
Abbiamo una corrierina che va prendere i ragazzi che abitano lontano, dopo il pranzo fanno la siesta, su delle stuoie come è usanza qui. La siesta in Africa è sacrosanta per tutti!
Mi sono accorto che la mensa scolastica è bellissima, è ben organizzata dalla suora direttrice della materna, ma i ragazzi più poveri non potevano venire. Ecco allora che ho chiesto a molti tra di voi, se era possibile pagare il loro mangiare; infatti, con una media di 8 euro al mese, si ha la possibilità, di mangiare alla nostra mensa scolastica.
 
3): IL PROGETTO IPPOCRATE:
continua a fare un gran bene ed espandersi in nuovi villaggi. Sono riconoscente a tantissimi di voi che ci aiutano per quanto riguarda le medicine, lo stipendio delle infermiere e i mezzi di trasporto. Un grazie particolare all’amico dott. Luca Margheri che tre o quattro volte per anno, viene per quasi un mesetto, a controllare di persona l’attività, e risolvere i problemi tecnici, che non mancano mai. Inoltre abbiamo dei volontari, dei medici e degli infermieri italiani, che vengono passare le loro ferie, lavorando con le nostre infermiere nei villaggi della foresta o lungo l’oceano, dove il Progetto ha degli ambulatori.
 
Non è moltissimo quello che facciamo, ma grazie a voi, grazie a tanti amici, cerchiamo di accendere quel lumicino della solidarietà; più che lamentarci che il mondo va male, ci diamo da fare per portare un po’ di bene e di spirito di amore.
In 31 anni passati in Africa, ho visto questo popolo crescere e diventare più maturo. Ci siamo battuti per aumentare il grado di istruzione, costruendo scuole e aiutando i più poveri a frequentare.
Beh, vi debbo dire che molto è cambiato in meglio e tutto questo perché voi mi avete aiutato, mi avete sostenuto, voi, specialmente miei cari e vecchi ragazzi dell’Oratorio di Borgo San Lorenzo. Senza di voi non saremmo arrivati a questo punto!...
 
Termino, dicendovi ancora tutta la mia riconoscenza e quella della mia gente e augurando che gli “uomini di buona volontà” siano sempre più numerosi.
Buon Natale a te, Buon Natale ai tuoi cari e che la LUCE apparsa a Betlemme, possa illuminare i passi della nostra esistenza.
 
Don Pasquale Poggiali

12/12/2011

Lista News

Associazione Solidarietà Missionaria Onlus - Codice Fiscale 90022660485
Kuna Web Agency - Realizzazione siti internet & Posizionamento nei motori di ricerca - Firenze

Privacy e Cookie Policy